Marvel’s The Defenders: la recensione umorale della prima stagione dall’8 agosto 2017 su Netflix. La miniserie, creata da Douglas Petrie e Marco Ramirez, è basata sui personaggi della Marvel Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage ed Iron Fist.
Nel cast Charlie Cox nel ruolo di Matt Murdock / Daredevil, Krysten Ritter nel ruolo di Jessica Jones, Mike Colter nel ruolo di Carl Lucas / Luke Cage e Finn Jones come Danny Rand / Iron Fist.


MARVEL’S THE DEFENDERS – LA RECENSIONE

Arriva finalmente su Netflix l’attesissima serie Marvel’s The Defenders, che alcuni hanno soprannominato gli Avengers di serie B, o B-vengers per gli amanti dei giochi di parole. I quattro eroi Newyorkesi dell’isola di Manhattan: Iron FistJessica JonesLuke Cage e Daredevil si uniranno per combattere il supercattivo di turno che, senza spoiler, sarà la cattiva e signorile Alexandra (Sigourney Weaver).
Al netto delle prime quattro puntate, in anteprima per noi, la serie sembra promettere bene, anche se con qualche lentezza e indecisione.

Nei primi tre episodi, molto scorrevoli, abbiamo un setting dei personaggio, quindi con poche sorprese se si esclude il primo vero, sacrosanto, desideratissimo combattimento che si risolve con un nulla di fatto. Il quarto episodio è quasi interamente ambientato in una sola location, sorprendentemente interessante e con una certa tensione che lascia intravedere un netto miglioramento del timing; merito della sceneggiatura in questo caso. Con i quattro, finalmente insieme, la storia è più dinamica e frizzante, in netta contrapposizione con i primi tre episodi che, per quanto interessanti, mancano di definizione e dove i nostri eroi sembrano sperduti e senza un obiettivo (cosa oggettivamente vera anche nella narrazione).

La ripetitività delle dinamiche interpersonali, sfortunatamente, è la prima e più grande pecca di questa prima quartina di puntate. Luke, Matt, Jessica e Danny insieme formano una buona alchimia, proprio per le loro contrapposizioni e le loro diverse interpretazioni filosofiche della vita. Ma è solo quando esprimono le loro individualità con battute e sarcasmo da veri newyorkesi che danno il meglio si sé; e rendono la serie degna di essere vista.

In conclusione, è una serie che merita di essere vista? Nel complesso sì anche se, visto il numero esiguo di puntate, si poteva sfruttare meglio il tempo a disposizione.

MARVEL’S THE DEFENDERS – IL TRAILER ITALIANO

Edoardo Montanari