L’incarico The Assignment: la recensione del film del 1997 diretto da Christian Duguay, con protagonisti Aidan Quinn in un doppio ruolo, Ben Kingsley e Donald Sutherland.
Il film è basato sulla vera storia di due agenti rispettivamente del Mossad e della CIA, che arrestarono il terrorista venezuelano Ilich Ramirez Sanchez detto “Carlos lo sciacallo”, che fu attivo tra il 1973 e il 1994 con diversi attentati e omicidi per il gruppo Separat, della Rote Armee Fraktion, e del Fronte Popolare di Liberazione della Palestina.

L’incarico che dà il titolo al film è quello che viene affidato all’ufficiale della marina americana Annibal Ramirez, di origine cubana, che ha la sfortuna di essere un incredibile sosia di Carlos Sanchez.
L’ufficiale viene reclutato a forza – e quasi con il ricatto – dai servizi segreti per tendere una trappola al vero criminale. Per fare questo, l’uomo della CIA e quello del Mossad devono rendere l’ufficiale della Marina simile al terrorista, grazie a un durissimo addestramento fisico e psicologico con cui cercheranno non solo di farlo diventare un agente segreto ma di farlo entrare nella mentalità del criminale.

L’incarico è un film tipicamente figlio del suo tempo. Un prodotto anni Novanta che prende lo stile narrativo dai thriller di spionaggio di fine anni Ottanta, ma che cambia focus dagli intrighi della Guerra Fredda e inizia a spostare l’asse su un tipo di terrorismo più simile a quello dei nostri tempi. Il film regala qualche pregevole accortezza tecnica, come rari piani sequenza più lunghi della media e un tentativo di effetti speciali digitali. I grandi Donald Sutherland e Ben Kingsley fanno la loro parte impeccabile, ma rimangono comunque ai lati dell’interpretazione di Adian Quinn che regge sulle sue spalle il doppio ruolo, del terrorista e dell’agente scelto per intrappolarlo. Specialmente il suo ufficiale della marina è il personaggio psicologicamente più approfondito proprio perché costretto ad abbandonare la famiglia e a trasformarsi da uomo mite e padre amorevole a un agente segreto spietato.
Un film consigliato, specialmente per rintracciare gli elementi di realtà e quelli di finzione presenti nella pellicola.

L’INCARICO – TRAILER

Luca Secondino