His Dark Materials – Queste Oscure Materie: la recensione umorale della prima stagione della saga fantasy HBO-BBC, primo volume della trilogia di Philip Pullman, La lama sottile (Salani Editore). Nel cast Dafne Keen, Ruth Wilson, Anne-Marie Duff, Clarke Peters, James Cosmo, Ariyon Bakare, Will Keen, Lucian Msamati e Gary Lewis.
Guarda il trailer e leggi la trama della seconda stagione di His Dark Materials – Queste Oscure Materie.


HIS DARK MATERIALS – LA TRAMA

La storia segue le vicende di Lyra (Dafne Keen), una bambina allegra e spensierata che vive in un universo parallelo in cui ogni essere umano è guidato da un alter ego, un daimon sotto forma di animale. Nel suo mondo si intrecciano scienza, tecnologia e magia. La vita di Lyra è sconvolta quando cominciano misteriosamente a scomparire alcuni bambini, tra cui il suo migliore amico Roger. Dietro queste sparizioni c’è forse il Magisterium, la suprema potenza religiosa che comanda su tutti? La protagonista inizia a combattere contro la supremazia di quest’istituzione e a cercare l’amico dopo aver scoperto l’esistenza di una misteriosa entità conosciuta come Polvere. Il suo viaggio è pericoloso e Lyra attraversa vari mondi in cui si imbatte in creature incredibili e insidiosi segreti.

HIS DARK MATERIALS – LA RECENSIONE

His Dark Materials è una serie fantasy ambientata in un mondo alternativo al nostro dove le anime delle persone si incarnano in animali che parlano e vivono in modo indipendente. Benché non possano allontanarsi dai rispettivi proprietari, questi daimon hanno la capacità di mutare prima del raggiungimento della maturità, dopo di che, si stabilizzeranno in una forma definitiva.
L’intero mondo, inoltre, è governato da un ente chiamato Magisterium che decide cosa è e cosa non è blasfemo e quindi illegale. Ovviamente, dove esiste un lato della medaglia, deve esisterne il rovescio e questo è dato dagli scienziati che, anche se all’interno delle norme dettate dal Magisterium, godono di una certa libertà.

La prima stagione di His Dark Materials, tratto dai libri di Philip Pullman, ci racconta della storia di Lyra Belacqua (Dafne Keen) una bambina orfana che viene lasciata in affidamento al Jordan Collage di Oxford e dove vive e studia fin dalla nascita.
Lord Asriel Belacqua (James McAvoy), lo zio e unico parente prossimo, oltre ad essere molto rispettato come scienziato, è sempre in viaggio e le fa visita solo poche volte all’anno.
Da qui, e con un amico fidato Roger Parslow (Lewin Lloyd) che lavora nelle cucine del College, si dipanerà tutta la storia: dalla scoperta della Polvere, una sostanza di natura sconosciuta alle rivelazioni sulla propria famiglia e sulla scomparsa misteriosa di alcuni bambini.

La serie è adattata dal libro e quindi (saggiamente) diversa per alcuni particolari più o meno importanti. Godibile ed interessante nel complesso, però, non mi ha particolarmente colpito. Affascinante dal punto di vista dell’immaginario e dell’ambientazione, con una fotografia e grafica molto belle, la serie non decolla; almeno in questa prima stagione.

Interessante e curiosa durante la prima visione, non raggiunge mai la maturità di pathos e coinvolgimento. Una scatola vuota quindi? No. Ma un His Dark Materials è prodotto che richiama decisamente troppo un immaginario già visto e, in alcuni casi, abusato.
Probabilmente, la trilogia cartacea che, per definizione, lascia più spazio all’immaginazione e alla visualizzazione personale riesce a coinvolgere maggiormente il lettore che, qui, divenendo spettatore e quindi passivo, non può fare a meno di notare alcuni personaggio che, sebbene originali, danno la sensazione di essere già visti.

Ripeto, è esclusivamente una mia impressione perché, invece, ho apprezzato molto il conflitto Dittatura Teocratica/Scienza e una certa estetica SteamPunk per la quale ho, ebbene sì, un debole.

Edoardo ma insomma, mi consiglieresti di vederlo?

Tutto sommato… sì. Perché l’attesa della prossima stagione, comunque, mi solletica e mi fa sperare di vedere una crescita dei personaggi e un cambio di registro.
Forse, anche io come il mondo di His Dark Materials, ho un mio multiverso emotivo.
Da vedere ESCLUSIVAMENTE in Hd!

HIS DARK MATERIALS – IL TRAILER ITALIANO

Edoardo Montanari