HBO Documentary Films presenta “Chernobyl: The Lost Tapes” che arriverà su HBO e HBO Max alla fine di questo mese.

Diretto dal regista britannico vincitore di un Emmy, James Jones, il documentario mostra filmati d’archivio appena scoperti. In primo piano, naturalmente l’incidente al reattore nucleare nella centrale nucleare di Chernobyl che ha dato origine a ciò che sarebbe diventato il peggior incidente nucleare della storia. 

Accompagnato da interviste audio, il filmato d’archivio ritrae la gravità e le orribili conseguenze del disastro; oltre che le misure adottate dal governo sovietico per cercare di minimizzare e persino nascondere la realtà dei fatti al resto del il mondo.

Questa profonda immersione nel disastro del 1986 documenta in modo toccante e potente la storia portando lo spettatore a rivivere le tragiche ore successive l’esplosione.

Centrali in  “Chernobyl: The Lost Tapes” le conseguenze a cui sono andate incontro le persone che sono accorse sul luogo dell’evento.

James Jones ha portato alla luce un’abbondanza di filmati da una varietà di fonti diverse. Un gruppo molto numeroso di persone, dai soldati ai minatori, fu inviato per aiutare a contenere le radiazioni a scapito della loro salute, mentre il governo sovietico si ostinava a non essere chiaro sulla gravità dell’incidente. 

Il documentario mostra anche frammenti di film di propaganda che hanno tentato di diffondere un senso di orgoglio per il programma nucleare dell’URSS senza affrontare nessuno dei suoi difetti.

Le conseguenze del disastro di Chernobyl hanno alterato la vita di milioni di persone. Secondo le stime, più di 200.000 persone hanno perso la vita come conseguenza diretta o indiretta del disastro, anche se il conteggio ufficiale sovietico è solo di 31.

 Il modo in cui l’incidente è stato gestito da chi è al potere ha causato la diffusione della sfiducia nelle autorità tra la gente e ha finito per contribuire alla caduta dell’URSS.

Le interviste presenti nel documentario includono: Ihor Hodosov, un minatore; Ihor Pismenskiy, pilota di elicotteri; Oleksandr Sirota, uno scolaro di dieci anni; Lyudmila Ignatenko, il cui marito era un primo soccorritore; Nikolai Tarakanov, un generale russo; Oleksiy Breus, un ingegnere di Chernobyl; Ihor Yatskiv e Nikolai Kaplin, liquidatori; e Yuri Samoilenko, vice capo ingegnere della centrale elettrica di Chernobyl. 

“Chernobyl: The Lost Tapes” è un documentario Sky Original prodotto da Top Hat Productions insieme a Sky Studios. Il film debutterà mercoledì 22 giugno su HBO e sarà disponibile anche per lo streaming su HBO Max.