Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 15/07/2017 da Anna Pennella in , ,
 
 

La recensione di Savva: un pessimo film d’animazione

Savva è un film d’animazione del 2015 diretto dal regista russo Maxim Fadeev e uscirà nelle sale italiane il 20 luglio 2017.

Per la versione italiana il doppiaggio italiano è fatto da Rossella Brescia, Giancarlo Magalli, Valentina Bartoloni, Maksim Chukharyov, Konstantin Khabenskiy.

Co-scritto e diretto dal regista russo Mazim Fadeev, Savva è un brutto film d’animazione, con una pessima color animation e delle battute che non sono divertenti.

Certo è un film rivolto a un pubblico di bambini che non supera gli otto anni, ma non per questo si può dire che è un film che si lascia guardare. I tempi sbagliati, soprattutto nelle scene madri importanti non permettono allo spettatore di potersi appassionare alla missione del protagonista e l’immaginario fantasy in cui è ambientato è un imitazione trash di Lord of the rings.

La storia racconta di un ragazzino di 10 anni di nome Savva che vive in un piccolo villaggio. Una volta protetto dai regali lupi bianchi, il villaggio è diventato una facile preda per iene spietate. Savva riesce a fuggire nel bosco, dove viene salvato da Angee, un maestoso lupo bianco, l’unico sopravvissuto alla loro scomparsa. Insieme iniziano decidono di andare dal mago che vive sulla montagna per riuscire a salvare il villaggio dalle iene e da Mom Jozee, la malvagia Regina Scimmia a tre teste.

Il film è un frullato di miti e fantasy senza alcuno spessore, approssimato e con una soundtrack molto discutibile.

Anna Pennella

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.