Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 04/01/2018 da La Redazione in ,
 
 

Morto Stalin se ne fa un altro, l’irriverente commedia con Steve Buscemi

Arriverà nelle sale il 4 gennaio Morto Stalin se ne fa un altro (The death of Stalin), la travolgente commedia nera diretta dal regista scozzese Armando Iannucci (The Thick of It, In the Loop, Veep – Vicepresidente incompetente) che in Russia rischia addirittura di essere censurata. La pellicola racconta tra farsa e satira politica il caos successivo alla morte di Stalin e le lotte di potere per designare il suo successore. Il film verrà distribuito nelle sale italiane da I Wonder Pictures.

La trama ci riporta alla notte del 2 marzo 1953 nel momento dell’ultimo respiro di un uomo. Non si tratta di un uomo qualunque: è un tiranno, un sadico, un dittatore. È Joseph Stalin, il Segretario Generale dell’Unione Sovietica e non ne avrà ancora per molto… Chi sarà il suo successore? Armando Iannucci ci consegna una satira sul potere e il totalitarismo con un formidabile cast internazionale: Steve Buscemi è il pragmatico Khrushchev; Michael Palin il fedelissimo Molotov; Jeffrey Tambor interpreta il confusionario vice di Stalin, Malenkov; Jason Isaacs l’implacabile generale Zhukov; Simon Russell Beale è il mefistofelico capo dei servizi segreti Beria e Olga Kurylenko la pianista dissidente Maria Yudina.

Il film è liberamente tratto dalla graphic novel La morte di Stalind di Fabien Nury e Thierry Robins pubblicata in Italia da Mondadori. Un evento importante accompagnerà l’uscita nei nostri cinema: infatti il regista saluterà il pubblico in sala il 7 gennaio a Milano presso il cinema Anteo Palazzo del Cinema alle ore 17.20, l’8 gennaio a Bologna al Pop Up Cinema Palace alle ore 21.00 e il 9 gennaio a Firenze presso il Cinema Stensen, alle ore 21.00. vi mostriamo ora alcune foto tratte dal film, il poster e il trailer della pellicola:

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.