Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 10/10/2017 da La Redazione in , ,
 
 

Infinity celebra i 35 anni di Borotalco, il cult di Carlo Verdone

In occasione della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma Infinity celebra i 35 anni della pellicola culto di Carlo Verdone, Borotalco, in versione restaurata. Era infatti il 1982 quando nelle sale usciva questo capolavoro della lunga cinematografia del regista e attore romano, un film le cui frasi ancora oggi i ragazzi si divertono a citare e che, soprattutto grazie alla presenza del caratterista Mario Brega, è considerato una delle migliori commedie italiane di tutti i tempi.

Borotalco, opera terza di Verdone, rappresentò per lui un importante punto di svolta, innanzitutto perché abbandonò la struttura a episodi in favore di una sola linea di racconto in cui l’attore e regista recitò per la prima volta nei panni di un solo personaggio. Inoltre è un perfetto mix di comicità e malinconia, archetipo narrativo di tutto il Verdone che verrà e che raggiungerà il suo apice in Compagni di scuola. Nel film dell’82, oltre al personaggio di Brega, spicca l’irresistibile guitto Manuel Fantoni interpretato dal compianto Angelo Infanti.

Importante per aver dato, attraverso gli occhi di un uomo comune, una panoramica veritiera della società italiana dei primi anni 80, l’opera di Verdone, oltre ai già citati Infanti e Brega, vede la presenza di Eleonora Giorgi, Christian De Sica, Enrico Papa e Roberta Manfredi. Ricordiamo che per l’occasione il pubblico potrà godere anche della versione restaurata di Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo, Dillinger è morto di Marco Ferreri e Miseria e nobiltà di Mario Mattoli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.