Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 15/11/2017 da La Redazione in , ,
 
 

Gli appuntamenti per il fine settimana al Visioni fuori raccordo

Appuntamento da non perdere al Teatro Palladium per le ultime due serate di Visioni fuori raccordo – Rome Documentary Fest, l’unico festival romano dedicato al cinema documentario che prevede la proiezione di film italiani e internazionali in anteprima a Roma ed eventi speciali, quest’anno giunto alla decima edizione. Il festival, organizzato e prodotto dall’Associazione LABnovecento con il patrocinio della Roma Lazio Film Commision, è sostenuto da Regione Lazio – Assessorato alla Cultura e da SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, ed è realizzato grazie alla collaborazione di: Moving Docs – DOC IT, Road Television; Thalia Group; Archivio Audiovisivo del movimento operaio e democratico; Istituto Svizzero; Cinema del Reale; Università degli Studi Roma Tre. E’ anche partner della mostra  “Cecilia Mangini – Visioni e passioni. Fotografie 1952-1965” in corso fino al 30 novembre al Museo delle Civiltà – Arti e Tradizioni Popolari di Roma.

Luca Ricciardi, il direttore artistico, sostiene che si possa mappare un territorio partendo anche dai luoghi lontani dal centro, dagli spazi irrisolti e in continua ridefinizione. “Questi dieci anni confermano una riflessione e uno sguardo che osserva lo stato della produzione documentaristica a partire dagli approcci e dalle opere che si mettono in discussione e che, facendolo,  interrogano le  forme espressive consolidate. Se c’è un comune denominatore nella varietà di scelte che compongono la selezione di questa decima edizione del festival, è proprio quello dello stupore verso l’inatteso, nel racconto e nei suoi linguaggi” ha affermato Ricciardi.

Il programma del 18 e 19 novembre al Palladium si chiuderà alle ore 22 con la premiazione dei documentari vincitori del concorso. Si partirà sabato alle ore 16 con The First Shot, di Federico Francioni e Yan Cheng, a cui seguiranno le proiezioni di Bobbi Jene, di Elvira Lind, alle ore 18, di The prison in twelve lanscape, di Brett Story, alle ore 20, e per finire Il principe di Ostia Bronx, di Raffaele Passerini, alle ore 22.

Nella giornata di domenica è previsto il seguente programma: alle ore 16 si comincia con Simplemente estamos aquì di Tommaso Lusena De Sarmiento e Simone Carnasecchi, si continua con Ghost Huntng di Raes Andoni alle ore 18 e si conclude alle ore 20 con Dolphin Man di Lefteris Charitos che verrà proiettato alla presenza del regista in sala. Alle ore 22 vi sarà la cerimonia di premiazione che chiuderà il festival, e il premio, che consiste in 3 minuti di materiale d’archivio del valore di 4.500 euro, sarà assegnato dalla Giuria e offerto da AAMOD – Archivio Audiovisivo del movimento operaio e democratico.

Storie e linguaggi lontani dalle mappe conosciute per indagare i confini sia fisici che simbolici dell’essere umano e dei suoi spazi, questo è ciò che propone da dieci anni Visioni fuori raccordo – Rome Documentary Fest.

I LUOGHI

Cinema Palladium – Piazza Bartolomeo Romano, 8

Per prenotazioni: [email protected]

Prevendite: www.liveticket.it/TeatroPalladium

Per informazioni: 327 2463456 (attivo tutti i giorni, 10:00-13:00 / 15:00 – 20:00)

Apollo Undici – Via Nino Bixio, 80 /A

Per informazioni: 339 267 4365

Live Alacazar – Via Cardinale Merry del Val, 14

Per informazioni: 339 267 4365

INFORMAZIONI

Il programma completo sul sito del Festival http://www.fuoriraccordo.it/

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.