Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 30/01/2017 da Luca Secondino in , , ,
 
 

Flim da riscoprire: Equilibrium, distopia di orwelliana ispirazione

Per l’occasione del compleanno di Christian Bale, che ha spento oggi 43 candeline, troviamo un film da riscoprire che lo vede protagonista: Equilibrium è il thriller-drama del 2002, diretto da Kurt Wimmer che al momento dell’uscita non ha riscosso molto successo al botteghino, colpa anche di una distribuzione limitata. Ad oggi Equilibrium è un cult per gli amanti del genere distopico di cui abbiamo raccolto qui alcuni tra i migliori film.

Le vicende di Equilibrium sono ambientate nella città-Stato Libria nel 2072. Il Padre è il dittatore a capo del regime instaurato dopo l’ultimo conflitto nucleare che ha decimato la popolazione mondiale. I superstiti si sono organizzati con un nuovo ordine che elimina la possibilità delle guerre, inibendo le emozioni. Ogni cittadino è tenuto per legge ad assumere quotidianamente e ripetutamente il Prozium, una droga che impedisce di provare emozione e sentimenti. Parimenti vengono proibiti oggetti di qualunque tipo che possano ricondurre alla sfera affettiva, al passato, alla cultura.

A Libria sono vietati libri, musica, giocattoli, film, foto ricordo, e tutto è incredibilmente asettico, tanto che sulle finestre è posta una carta che impedisca di godere dello spettacolo di albe e tramonti. Chi si ribella al sistema, chi piange, chi ride, deve essere denunciato per essere condannato a morte. Le forze dell’ordine sono a metà tra un ordine monastico e una polizia segreta, i Cleric che praticano l’arte del Gun Kata, un tipo di lotta armato. Christian Bale è John Preston, un Clerico di alto livello.

Dapprima uccide il suo collega, interpretato da Sean Bean, per averlo sorpreso a leggere poesie di Yeats, e poi si mette in discussione. Basta dimenticare di prendere una dose di Prozium per essere più vulnerabili e iniziare a vedere il mondo sotto un’altra ottica.

 

Christian Bale è eccellente: la sua maschera priva di emozioni è pronta a cedere e poi a fingere in un escalation di emozioni. Una prova da ricordare in un film molto valido ma anche molto poco pop. Il cast che affianca Bale è d’eccezione, oltre Sean Bean troviamo Emily Watson nei panni di una ribelle, William Fichtner, Angus Macfayden, Taye Diggs e Dominic Purcell.

Equilibrium è di evidente ispirazione orwelliana, e non sfigura accanto ad altri film distopici di fantascienza. Un film che non può mancare nello scaffale dei fan di Christian Bale, stupefacente la scena dell’alba, e degli appassionati del genere.

Luca Secondino


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Luca Secondino

 
Nato e cresciuto a Roma, sono stato immerso da subito nella musica, nel cinema, nel teatro e nella letteratura. Grafomane per vocazione, dissacratore per attitudine, ancora cerco avidamente il Bello in ogni cosa. Del resto, "siamo rimasti così in pochi ad essere scontenti di noi stessi."(F.Fellini)