Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 07/02/2018 da Gabriele di Grazia in
 
 

Da Il trono di Spade a Star Wars: Benioff e Weiss scriveranno per la Lucasfilm!

Per tutti gli amanti di Star Wars e della fantascienza in generale questi sono giorni davvero incredibili. A poche ore dal lancio del fantastico full trailer internazionale di Solo: A Star Wars Story, la Lucasfilm ha infatti annunciato che David Benioff e D.B. Weiss, le menti creative dietro la serie Il trono di Spade per la HBO, saranno sceneggiatori e produttori di una nuova serie di film di Star Wars. E per “nuova serie” si intende qualcosa di completamente scollegato sia dalla storia originale che dalla nuova trilogia che prenderà vita sotto la direzione artistica di Rian Johnson.

Kathleen Kennedy, presidente della Lucasfilm, ha accolto Benioff e Weiss nella grande famiglia di Star Wars dichiarando:

“David e Dan sono tra i migliori narratori oggi sul mercato. La loro sapienza nel costruire personaggi complessi, storie profonde e mitologie ricchissime creerà un nuovo terreno e spingerà la saga di Guerre Stellari verso mete che trovo incredibilmente emozionanti.”

La risposta dei due filmmaker non si è fatta attendere:

“Nel 1977 abbiamo viaggiato in una galassia lontana lontana e fin da allora l’abbiamo sognata. Siamo onorati per questa opportuità, vagamente terrorizzati dalla responsabilità e emozionati all’idea di cominciare appena l’ultima stagione de Il Trono di Spade sarà terminata.”

Anche se al momento non è dato sapere quando vedremo questi nuovi film al cinema, poiché dopo l’uscita del nono episodio diretto da J.J. Abrams prevista per il 2019 ancora non sono state comunicate date ufficiali per nuovi prodotti cinematografici della saga, siamo sicuri che al più presto la Lucasfilm farà sentire la sua voce in merito. Quali storie e quali nuovi pianeti andranno ad esplorare le nuove pellicole previste per i prossimi anni? In attesa di sapere qualcosa circa un film su Obi-Wan Kenobi, che dovrebbe essere il protagonista del prossimi spin-off della saga ma di cui ancora si attende l’ufficialità e l’entrata in gioco di Ewan McGregor per ricoprire nuovamente il ruolo del maestro Jedi, non possiamo che aspettare perdendoci in supposizioni suggestive che, si sa, da sempre sono la linfa vitale di Star Wars.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Gabriele di Grazia

 
Classe 1985, sono da sempre appassionato di cinema, da quando i miei genitori mi portarono a tre anni a vedere L’ultimo imperatore di Bertolucci. Non che ricordi molto di quella mia esperienza in sala, tra l’altro i miei mi ci portarono perché quel giorno non sapevano a chi lasciarmi, però il sapere di aver messo per la prima volta piede in un cinema per assistere proprio ad un film di Bertolucci ha sempre suscitato in me un forte motivo d’orgoglio (finché Bertolucci non si rifiutò di autografare la mia copia DVD de L’ultimo imperatore). Cresciuto a pane e videocassette, amante del cinema fantastico di Spielberg, Lucas e Zemeckis, a cinque anni mi innamorai perdutamente di Jessica Rabbit e passai tutte le elementari e le medie sognando di essere Marty McFly. Sicuramente il LunEur ha contribuito molto allo sviluppo della mia immaginazione con i suoi scenari e pupazzi alla Goonies, e credo che non sarei lo stesso se non avessi frequentato quel posto favoloso e gotico (e pericoloso) sin dalla tenera età. Coi miei amici abbiamo cominciato a girare cortometraggi a quindici anni e non abbiamo più smesso. Ancora oggi coltivo la passione per il doppiaggio, la recitazione, la sceneggiatura e la scrittura di articoli riguardanti il cinema. Altri interessi: la lettura, il disegno, la musica pop rock che va dagli anni 50 agli anni 80 e i dinosauri. Ma queste sono altre storie…