Castigat ridendo mores, la recensione di Mezzogiorno e mezzo di fuoco