Breaking news
 

 
0
Pubblicato il 16/07/2017 da Francesca Sordini in
 
 

Impossibile non sperar bene con Alexander Payne in apertura di festival

La prima bella notizia da Venezia 74, in attesa della conferenza stampa in cui verranno annunciati tutti i film in concorso, è l’annuncio del film d’apertura: Downsizing di Alexander Payne.

Alberto Barbera su Twitter assicura sorprese. Non è incauto essere ottimisti: dopo il succulento banchetto dell’anno scorso – La La Land, Jackie, Animali notturni – attendiamo fiduciosi l’edizione 2017. Anzitutto un piccolo switch iniziale: la presidente di giuria è una donna, Annette Bening, mentre il “padrino” sarà Alessandro Borghi, primo uomo a condurre le serate di apertura e chiusura.

Attendevamo da tempo un nuovo film di Payne. Dopo il bellissimo Nebraska, film sul rapporto padre-figlio che prende a pretesto un esilarante viaggio on the road, e Paradiso amaro, con il bravissimo e spaesato George Clooney, Payne assicura che Downsizing sarà “un capolavoro epico”, “una satira sociale fantascientifica”. Il regista ci ha regalato altissimi momenti satirici nel corso della sua filmografia, ed è impossibile non sperare in bene col prossimo film, ambientato in un futuro non troppo lontano: la sovrappopolazione è diventato un problema spinoso, e gli scienziati si sono attrezzati costruendo macchine in grado di rimpicciolire gli esseri umani. Una coppia in crisi decide di provare, in attesa che la notte passi. Matt Damon, dopo la doppietta fantascientifica di Interstellar e The Martian, si era dedicato all’ennesimo capitolo di Jason Bourne e poi a The Great Wall. Kristen Wiig, che interpreta la moglie, ha prestato la voce a vari film animati, per poi apparire in Masterminds – I geni della truffa nel 2016. Rimaniamo fiduciosi, che poi a disperarsi si fa sempre in tempo.

Francesca Sordini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Francesca Sordini

 
Da piccola ho voluto fare, nell'ordine, la cavallerizza, la pittrice e la ballerina. Tutti mestieri sottopagati, esattamente come lo è fare il giornalista. Mestiere che non mi piaceva, mentre a mia nonna sì. Andò a finire che nonna ci aveva visto più lungo di tutti.